sabato 23 febbraio 2013

Decorazioni Biedermeier


Quando possibile i miei post dedicati alla creatività parlano di storia...
Volevo mostrarvi una delle mie tecniche creative preferite... le decorazioni Biedermeier ...e così ho provato a mostrarvi le foto dei miei lavori raccontando un po' l'origine di questa 'preziosa arte'...

Tra il 1815 e il 1848 in Germania ed in Austria si sviluppò ad opera della borghesia un movimento politico, artistico e culturale chiamato con il termine di Biedermeier. Tale movimento nacque come reazione ai rigori e al significato politico dello Stile Impero.
Alla fine del 1815 le grandi potenze europee (Austria, Prussia, Russia, Inghilterra) convocarono il Congresso di Vienna per ridisegnare i confini europei. Era il termine di un ventennio caratterizzato da guerre e sconvolgimenti e l'inizio del periodo della Restaurazione intesa come la volontà di un ritorno al passato e ad un vita più normale.

Il Congresso di Vienna in un dipinto di Jean-Baptiste Isabey (1767-1855)
Una delle finalità principali del Congresso, cui parteciparono più di 200 delegati di tutte le potenze europee, stava nel ripristino della compagine di Stati europei secondo la divisione territoriale del 1792. Il 9 giugno 1815 i partecipanti siglarono l'Atto finale che ristabiliva sostanzialmente l'equilibrio dei poteri delle grandi potenze in Europa. 
Era dunque un periodo di grandi cambiamenti ed in questo clima sociale... 

Decorazione Biedermeier
anice stellato con perline

Decorazione Biedermeier
Coroncina mista
lo stile Biedermeier nacque dunque come contrapposizione al cosiddetto stile Impero: valorizzava la sobrietà e l'armonia e pur mutuando parte dei motivi stilistici dal periodo precedente li spogliava di tutti i decori, gli orpelli e gli eccessi che lo avevano caratterizzato riflettendo lo spirito di un popolo che  cercava di dimenticare i fatti tumultuosi della Rivoluzione francese e del successivo impero napoleonico. 
Il nuovo stile di vita influenzò l'architettura, l'arredamento, la musica, la letteratura e produsse atmosfere solenni ma sobrie ricche di elementi consueti e  quotidiani. 

Decorazione BiedermeierCoroncina a forma di cuore realizzta con rose di nastro, 
chiodi di garofano, canutiglia e perline

Decorazione Biedermeier
Bouquet con fiori di raso,  perline e cannella,
chiodi di garofano

Questo periodo di relativa calma riservò alla borghesia  uno stile di vita più domestico con maggior tranquillità e riservatezza. In questo scenario la donna padrona di casa iniziò a dedicarsi alla creazione di oggetti e composizioni con le proprie mani in grado di rendere maggior abbellimento alla propria  dimora.
All'origine il termine Biedermeier era il parodistico cognome (bieder, dabbene) di un personaggio caricaturale, un maestrino filisteo, rinunciatario e sentimentale, autore fittizio di una raccolta di poesie pubblicate da L. Eichrodt fra il 1850 e il 1857 sulla rivista umoristica Fliegende Blätter (Fogli volanti). 

Particolare del bouquet
Bouquet

Coroncina


Decorazione in lavorazione
Lo stile decorativo del Biedermeir era  molto particolare poiché realizzava composizioni con materiale d’uso quotidiano abbastanza costoso: perle di bigiotteria, nastri di raso, canutiglia (fili dorati o argentati), pignette, fiorellini di seta sapientemente addobbati ed intrecciati con filo di ferro per ornare cappelli e borsette ma anche per composizioni da appendere al muro. 
Per la preziosità dei materiali impiegati tali manufatti diventarono di buon augurio di prosperità e ricchezza. Inoltre, l'utilizzo di spezie come cannella, chiodi di garofano, anice stellato dava un profumo caratteristico alla composizione. Successivamente i decori Biedermeier si sono arricchiti di altre spezie e bacche di diverse forme e colori.

La mia cassetta degli attrezzi ricavata da un cesto da Pic nic



Alcuni dei materiali impiegati...

Canutiglia (filo dorato), pigne, zenzero, anice stellato, cannella

Chiodi di garofano posti su filo di ferro e adornati con la canutiglia




2 commenti:

  1. Bellissime queste decorazioni e bellissimo il post buona setata!

    RispondiElimina
  2. Grazie cara. Spero di pubblicarne presto altre!
    Buona domenica:)

    RispondiElimina